fbpx

390544873399

 

info@crossfitcervia.com

Spread the love

Questo articolo è dedicato a chi si allena seguendo un programma di allenamento da “competitors” o aspirante tale, ma è bene applicabile anche a chi partecipa alle class e ha un livello minimo che lo porta a domandarsi “ma sto migliorando davvero?”

 

Quello che spesso accade è che si tende a confrontarsi con i compagni della tua classe, box o programma, e a misurare i propri risultati in base a quanto bene o male si è andati rispetto agli altri.

 

Ma il tuo vero e unico benchmark di riferimento dovresti essere tu stesso.

E per farlo devi avere dei numeri, che siano rappresentativi, facili e che si possano misurare nel tempo.

 

Ma quali sono questi numeri?

 

Beh ovviamente alcuni numeri di massimali di peso:

deadlift , back squat, front squat, overhead squat, press, push press, bench press, snatch, power snatch, clean, power clean, split jerk, push jerk, power clean & jerk, clean & jerk

 

Di questi va tenuta traccia sia della singola alzata che possibilmente del 3 RM o 5 RM.

 

Poi fate lo stesso con la ginnastica: max weighted pull up, etc con push up…..ring dip…

 

E poi fate lo stesso con i Benchmark del CrossFit: Fran, Grace Isabel, Nate etc…

 

E fin qui tutto facile, no?

 

Ma noi non facciamo massimali tutti i giorni, né benchmark tutti i giorni, o max pull up con il peso e questi confronti già di per se sarebbero necessari e sufficienti in un periodo di tempo per valutare i progressi.

 

Spesso però in classe e nell’allenamento quotidiano è più veloce dirsi a voce “ma tu quanto hai fatto?” “in quanto l’hai chiuso?” e a volta questo confronto diventa demotivante.

Eppure è di nuovo con noi  stessi che dovremmo confrontarci.  Ma se non si è fatto un massimale o un banchmark ma un normalissimo workout della class o della programmazione come si fa? Dovrei avere un book dove mi scrivo tutto… tutto l’allenamento… ma poi quando mai si fa un workout uguale ad un altro? E poi come lo ritrovo nel tempo per fare il confronto?

 

Ecco ognuno quindi trova un suo modo, e si va da chi segna tutto l’allenamento maniacalmente a chi si tiene traccia solo dei massimali o addirittura a chi non segna proprio niente e va “a occhio” !!

 

Io negli anni ho trovato un mio personale modo che mi consente di segnare in una APP i miei “risultati salienti”:

  • in quanto tempo faccio 500 mt row quando nel wod ci sono altri esercizi e il dominio è di almeno 10-12’, quindi che pace tenere in termini di stroke per minute e che damper adoperare
  • stessa cosa per i 1000 mt
  • stessa cosa per la corsa, sui 400 mt, 800 mt e 1600 mt
  • quanti double under faccio di fila quando ne devo fare 100, 200 o 300 e poi devo fare altro
  • quanti pull up di fila faccio in un workout con più di 25 rep a round in un wod di 3/5 round
  • etc.

 

Quindi cosa mi registro?

Informazioni. Che mi servono quando devo fare un workout e capire come “attaccarlo”. 

Io vi consiglio, senza volere esagerare con il dettaglio, di iniziare con le cose su cui fate più fatica. Ad esempio se fate fatica con i pull up e partite sempre bene nel wod ma poi già al secondo giro perdete un sacco di tempo sulla barra, se aveste tenuto un diario sapreste:

la scorsa volta in cui c’era un wod con i pull up, quando sono crollato? E quando sono crollato quante rep facevo di fila? Quanto durava il wod?

Ok sembra una cosa da ingegnere nucleare, ma la realtà è che se davvero vuoi migliorare devi imparare a non venire  a fare lezione come una pecora che segue il gregge senza sapere nemmeno dove va, soprattutto se segui una programmazione da competitor.

Devi iniziare a conoscerti, bene, o farti seguire da un coach che di lavoro segue solo te e pochissimi altri (perché a questo punto le informazioni che si deve pappare sono moltissime…).

E comunque anche se le sa il tuo coach, meglio se le sai anche tu. Fare un wod avendo intenzionalità in quello che si fa, significa cercare di ottenere il massimo dalla propria prestazione, e spesso portare al successo il wod!

Se invece non sei un competitor ma fai le class e vuoi vedere se migliori: inizia con il segnarti massimali, benchmark e Workout salienti. Se ti alleni in CrossFit Cervia è facile: basterà segnare i risultati del workout nella nosra APP Personalizzata!

 

Buon allenamento a tutti! 

Alla prossima.

Gio

Giorgia Donato
Owner e Head Coach CrossFit Cervia
CCFT – Level 3 CrossFit Certified

PRENOTA SUBITO LA TUA LEZIONE DI PROVA GRATUITA a CROSSFIT CERVIA